Tumore del colon: via libera alla sperimentazione su un nuovo vaccino

Home / tumore del colon retto / Tumore del colon: via libera alla sperimentazione su un nuovo vaccino

Tumore del colon: via libera alla sperimentazione su un nuovo vaccino

tumore del colon retto

Tumore del colon: via libera alla sperimentazione su un nuovo vaccino

08/08/2018

Ha superato con successo la sperimentazione animale un nuovo approccio terapeutico, ideato da un gruppo di ricercatori coordinati da Robert Ramsay presso l’Università di Melbourne, per il trattamento del tumore colon-rettale in stadio avanzato. I risultati delle prime ricerche su questa nuova terapia, basata sulla stimolazione del sistema immunitario attraverso un vaccino, sono stati presentati alla Digestive Disease Week, il più ampio convegno annuale internazionale di gastroenterologia.

Ramsay afferma di essere sul punto di giungere a un traguardo importantissimo per il progresso delle cure oncologiche: «I vaccini contro i tumori sono sempre più vicini e diventeranno molto probabilmente un nuovo pilastro per il trattamento», ha dichiarato il ricercatore.

L’immunoterapia, che finora ha dimostrato un’efficacia solo parziale, andrebbe quindi ad aggiungersi definitivamente a chirurgia, chemioterapia e radioterapia. Il merito si deve in parte all’arrivo di nuovi farmaci, anticorpi in grado di bloccare sul nascere la naturale reazione dell’organismo all’introduzione di un vaccino, reazione che finora ha diminuito enormemente l’efficacia delle immunoterapie testate finora.

I ricercatori, in questo caso, hanno sperimentato un approccio nuovo, basato sulla somministrazione del vaccino e di un anticorpo in grado di bloccare la relativa reazione immunitaria. Gli animali su cui è stata testata la terapia hanno risposto positivamente: il tumore è scomparso in almeno la metà dei soggetti, prolungando anche l’aspettativa di vita fino a due anni in più. Il vaccino, inoltre, avrebbe creato una sorta di memoria immunitaria: quando i topi sono stati esposti una seconda volta allo stesso tumore, quest’ultimo è stato respinto subito.

Ramsay e colleghi, forti di questi risultati, intendono passare alla sperimentazione umana: sono stati selezionati trentadue pazienti con un tumore colon-rettale in stadio avanzato, per testare la sicurezza della terapia e in un secondo momento verificare gli effetti di un trattamento completo. Si tratterebbe, secondo i ricercatori, di una terapia potenzialmente rivoluzionaria per queste persone, la cui diagnosi offre purtroppo poche altre possibilità di cura.

Advertise

Related reading

Start typing and press Enter to search