I primi campanelli d’allarme

Home / vescica iperattiva / I primi campanelli d’allarme

I primi campanelli d’allarme

vescica iperattiva

I primi campanelli d’allarme

10/06/2015

La sindrome da vescica iperattiva è una patologia molto frequente con impatto importante sulla qualità di vita, ma poco riconosciuta e trattata.

Il 40% dei 16.776 adulti intervistati in un sondaggio europeo ha affermato di non aver mai consultato un medico per i suoi sintomi, solo il 27% assumeva farmaci per il disturbo e un ulteriore 27% aveva interrotto la terapia.

La mancata sensibilizzazione al problema e la scarsa consapevolezza dei sintomi sono fenomeni che non interessano solo i pazienti, ma coinvolgono anche la classe medica: un sondaggio condotto tra medici di Medicina Generale, ginecologi e urologi ha infatti evidenziato che il 57% non avrebbe fatto una diagnosi corretta della patologia a persone che presentavano i sintomi tipici della vescica iperattiva, con la conseguenza che a circa la metà dei pazienti non sarebbe stato prescritto alcun trattamento.

L’International continence society (Ics) definisce la sindrome da vescica iperattiva come “urgenza urinaria con o senza perdita di urina, con aumento della frequenza minzionale di giorno e di notte in assenza di infezioni del tratto urinario o di altre patologie”.

Il suo tratto peculiare è l’urgenza, che si manifesta con uno stimolo forte, impellente, a insorgenza improvvisa, impossibile da rimandare. A seconda della presenza o meno di incontinenza (perdita di urina) la sindrome da vescica iperattiva può essere “bagnata” o “asciutta”.

 

I sintomi della vescica iperattiva

  • urgenza: improvviso desiderio di urinare, difficile da rinviare;
  • incontinenza da urgenza: perdita involontaria di gocce di urina associata allo stimolo impellente;
  • frequenza: percezione di svuotare la vescica troppo spesso nelle 24 ore (8 volte al giorno è la soglia di normalità);
  • nicturia: necessità di alzarsi una o più volte durante la notte per svuotare la vescica.

 

Questi sintomi possono verificarsi singolarmente o in combinazione, ma l’urgenza deve essere sempre presente al fine di confermare la diagnosi di vescica iperattiva.

Inoltre se la sensazione di urgenza è associata ad effettiva incontinenza, la diagnosi è quella di incontinenza da urgenza.

Se il sintomo dell’urgenza è correlato a pollachiuria (più di 8 minzioni durante il giorno) e a nicturia (più minzioni durante la notte), si parla di sindrome da urgenza-frequenza.

Ben diversa è l’incontinenza urinaria da stress dovuta all’involontaria perdita di urina provocata da uno sforzo in conseguenza di un indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico.

Advertise

Related reading

Start typing and press Enter to search