Le cause e i fattori di rischio

Home / vescica iperattiva / Le cause e i fattori di rischio

Le cause e i fattori di rischio

vescica iperattiva

Le cause e i fattori di rischio

17/06/2015

La sindrome da vescica iperattiva è un problema socio-sanitario in crescita eppure in gran parte sommerso. Si stima che in tutto il mondo ne soffrano circa 400 milioni di persone. Sarebbero circa 22 milioni gli europei che convivono con la patologia secondo una ricerca condotta in Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito e Svezia.

In Italia gli adulti affetti da sindrome della vescica iperattiva sono circa 3 milioni con una prevalenza equivalente nei due sessi, anche se nelle donne si manifesta più frequentemente il sintomo dell’incontinenza.

Un sondaggio condotto su oltre 19.000 uomini e donne adulti condotti in quattro Paesi europei e in Canada ha dimostrato che la prevalenza globale della vescica iperattiva è simile sia per gli uomini che per le donne (10,8% e 12,8% rispettivamente).

Incidenza e prevalenza secondo gli specialisti sono comunque sottostimate dal momento che il 40% dei pazienti non ha una diagnosi da un lato perché evita di parlarne per vergogna, dall’altro per scarsa conoscenza del problema e disinformazione sulle eventuali terapie disponibili.

 

Le cause

Lo svuotamento della vescica è un atto fisiologico riflesso soggetto a controllo volontario. Quando la vescica si riempie per un terzo della sua capacità, segnali nervosi inviati al cervello attivano lo stimolo minzionale.

Durante la minzione, altri segnali nervosi coordinano il rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico e di quelli che circondano il collo della vescica e parte superiore dell’uretra; determinano inoltre la contrazione del muscolo detrusore attraverso un neurotrasmettitore (acetilcolina) che agisce sui recettori presenti su questo muscolo (recettori muscarinici).

La sindrome da vescica iperattiva è caratterizzata dalla presenza anomala di contrazioni involontarie della muscolatura vescicale che compaiono durante il riempimento vescicale anche molto prima del fisiologico segnale d’allerta.

Oltre a un’aumentata frequenza minzionale, queste contrazioni involontarie possono anche causare episodi di incontinenza urinaria.

 

I fattori di rischio

La possibilità di sviluppare vescica iperattiva aumenta con l’età, ma questa patologia non deve assolutamente essere considerata una conseguenza fisiologica dell’invecchiamento.

Altri possibili fattori di rischio sono:

  • menopausa,
  • obesità,
  • infezioni delle vie urinarie,
  • chirurgia uro-ginecologica,
  • alcuni farmaci,
  • alterazioni cognitive e patologie neurologiche.

 

Advertise

Related reading

Start typing and press Enter to search